Italian - ItalyDeutsch (DE-CH-AT)
Storia
Prima Guerra Mondiale

LA PRIMA GUERRA MONDIALE 1914-1918

La prima guerra mondiale (per i contemporanei la Grande Guerra) fu il conflitto cominciato il 28 luglio 1914 con la dichiarazione di guerra dell'Austria alla Serbia a seguito dell'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d'Austria, compiuto a Sarajevo (Bosnia Erzegovina) il 28 giugno 1914. L'attentatore fu il nazionalista serbo-bosniaco Gavrilo Princip, studente affiliato alla Mano Nera. Il conflitto si concluse oltre quattro anni dopo, l'11 novembre 1918, con la resa della Germania.
La prima guerra mondiale vide inizialmente lo scontro degli Imperi centrali di Germania e Austria-Ungheria contro la Serbia ed il Montenegro, ma in poche settimane il gioco di alleanze formatosi negli ultimi decenni dell'Ottocento tra gli stati europei comportò l'entrata nel conflitto degli stati dell'Intesa e delle rispettive colonie. Negli anni successivi la guerra raggiunse una scala mondiale, con la partecipazione di molte altre nazioni, fra cui l'Impero Ottomano, l'Italia, la Romania, il Giappone e la Grecia, aprendo così altri fronti di combattimento, sia in terra sia sui mari.

Leggi tutto...
 
Entrata in guerra - Fronte Italiano

Partecipazione italiana

Dalla neutralità all'entrata in guerra

 

Dal 1882, l' Italia era alleata di Germania e Austria-Ungheria, ma negli anni precedenti allo scoppio della Grande Guerra, intensificò i rapporti con Regno Unito e Francia, conscia che gli accordi con gli austriaci non le avrebbero garantito, quei territori italiani ancora staccati dalla Medrepatria . Inoltre, l'annessione austriaca della Bosnia-Erzegovina fu percepita, sia a Vienna sia a Roma, come una violazione del Trattato, che era basato sul mantenimento dello status quo nei Balcani .
Pochi giorni dopo lo scoppio della guerra, il 3 agosto 1914, il governo guidato dal conservatore Antonio Salandra dichiarò che l'Italia non avrebbe preso parte al conflitto, forte del fatto che la Triplice Alleanza aveva carattere difensivo, mentre in questo caso era stata l'Austria-Ungheria ad attaccare. In realtà, sia Salandra sia il ministro degli esteri Sidney Sonnino avviarono presto trattative con i due schieramenti per capire cosa avrebbero potuto ottenere da una o dall'altra parte. E, anche se la maggioranza del parlamento era assolutamente contraria all'entrata in guerra, primo tra tutti l'ex presidente del Consiglio Giolitti, molti intellettuali e alcuni politici si schierarono con gli «interventisti», per lo più nazionalisti e parte dei liberali.
Alla fine, il 26 aprile del 1915, al termine di un'ardua trattativa, l'accordo con l'Intesa si concretizzò nel Patto di Londra, firmato da Sonnino all'insaputa del parlamento italiano . Con il Patto di Londra l'Italia ricevette la promessa di ottenere, in caso di vittoria, i territori rivendicati .
Così il 3 maggio, l'Italia si disimpegnò dalla Triplice Alleanza, mentre i nazionalisti manifestavano in piazza per l'entrata in guerra , i parlamentari neutralisti ricevettero minacce e intimidazioni, (lo stesso Giolitti dovette assumere una scorta). Il 13 maggio Salandra presentò al Re le dimissioni; Giolitti, nel timore di approfondire una grossa frattura all'interno del paese, di provocare una crisi istituzionale di larga portata e di compromettere il paese all'esterno, rinunciò alla successione e fece in modo in sostanza che l'incarico venisse conferito nuovamente a Salandra. L'Italia entrò perciò in guerra per volontà di un gruppo di relativa minoranza, chiamando a combattere i militari lungo più di 750 chilometri di fronte, che andavano dal Mare Adriatico al confine svizzero.

Leggi tutto...
 
Guerra Bianca In Adamello

Guerra bianca in Adamello

Fronte 1915-1918.
Data: 24 maggio 1915 - 1 novembre 1918
Luogo: Sul confine tra Val Camonica e Trentino
Esito: decisiva vittoria italiana

    

Con guerra bianca viene definita quella parte della prima guerra mondiale combattuta sulle Alpi tra le truppe del regno d'Italia e dell'impero austro-ungarico.
Il fronte dell'Adamello fu quello, tra i fronti della guerra bianca, a registrare le maggiori battaglie e a sostenere un peso strategico maggiore; per questo si parla di guerra bianca in Adamello quando si vuole parlare specificatamente di questo fronte.
Leggi tutto...
 


museo escort girls rusia girls eskort
elazig escort izmir travesti izmir eskort buca escort diyarbakir escort escort sitesi escort hosting escort bayan